RIPROVIAMO….

 

166756545452ec9a00a06ed200f352ae.jpg

RIPROVIAMO A RIPRISTINARE LE CAZZATINE ANIMATE PRIMA DI SERA…

bene ce la possiamo fare, se non ricordo male ho salvato i codici da qualche parte…  (solo perchè conosco i miei limiti)

ho ricomprato anche la stampante me ne hanno appioppata una con lo scanner incorporato sopra ,di un altra marca e da configurare… configurare?…oddio ci risiamo

 

LA RIVINCITA…

AH… ALLA PAROLA ESORCISTA LO SFONDO HA RIPRESO IL SUO MODELLO ORIGINALE !

il salame con gli occhi chiusi in alto è sparito .

 

ADESSO FUORI ANCHE LE CAZZATINE IN MOVIMENTO DALLE BARRE LATERALI IMMEDIATAMENTE !

Ho ripreso in parte il controllo del blog, ma il computer continua a bloccarsi con gran schermate bluette (ignoro  completamente il senso di quello che sta scritto sopra) dopo qualche attimo mi si riavvia da solo e mi dice che  si è verificato un grave errore( grave errore?) chiede se deve inviare  …non so cosa ma io lo stoppo subito prima che succeda qualcos ‘altro …per carità non  inviare niente altrimenti oggi io non arrivo all ‘ora di pranzo!

che delirio per così poco!!! 
 

LA RIVOLTA DEL… BLOG

Ma cosa è successo al mio blog stanotte?

Ieri sera l’ho lasciato carino-carino col suo sfondo nero con tante cazzatine animate nelle barre laterali: c ‘era campanellino che gironzolava fastidiosamente  sotto un bel contatore di presenze, c ‘era il certificato del prof.pinelli che Dio sa con quanta fatica ero riuscita a metterlo proprio li’,un bel documento con frasi che giravano di continuo contro la violenza,…e che dire dell’orologio con le pecorelle e del cuore formato di mattoncini pink  … ma stamattina ……che schifo!

E’ cambiato…  lo sfondo e’ bianco…con la faccia di un salame con gli occhi

chiusi in alto a destra!

aiuto!!!! 

 Stamattima tra l altro è morta la stampante, il computersi si blocca continuamente,lo scanner ancora regge ,ma non so fino a quando…se sapesse si autodistruggerebbe…

Non so se rivolgermi a un tecnico o chiamare direttamente un esorcista

non riesco a guardare il blog…

proviamo a toccare qualcosa vediamo cosa succede…ecco fatto.

 

Bene! Ho sfrugugliato un pò… e sono riuscita a togliere tutto quello che avevo inserito con amore e con una certa difficolta’ nelle barre laterali…e lasciare il salame con gli occhi chiusi in alto…beh l’esatto contrario di quello che volevo ottenere…

Vado a bere un caffe’ e poi chiamo

l ‘esorcista.


 

PROTESTA

 
 

Free Tibet Vday

 

 

 
PACIFICI PER VICINANZA AL CIELO, GLI ABITANTI DEL TIBET SUBISCONO DA 50 ANNI LA POLITICA COLONIZZATRICE DELLA CINA.L’ IMMENSO TERRITORIO DELLA SPIRITUALITà MILLENARIA (MAO LA DEFINì ”SUPERSTIZIONE E ARRETRATEZZA”)è PROVINCIA CINESE DAL 1959. CON LA SCUSA DI PORTARE ”CIVILTà E MODERNITà”, NEL ’66 INIZIARONO LE PERSECUZIONI RELIGIOSE:1MILIONE E 300 MILA TIBETANI,UN QUINTO DELLA POPOLAZIONE, SONO MORTI PER ESECUZIONI,TORTURE E STENTI.OLTRE 6 MILA MONASTERI DISTRUTTI. I TIBETANI SONO OGGI UNA MINORANZA ETNICA IN TIBET, OBBLIGATI ALLA LINGUA CINESE, AL CONTROLLO RELIGIOSO E ALLA MILITARIZZAZIONE DEL TERRITORIO. IL MARZO SCORSO,GLI ABITANTI DEL LHASA SONO SCESI IN STRADA PER RACCONTARE AL MONDO, IN PRIMA PERSONA, ”IL GENOCIDIO CULURALE” CHE IL DALAI LAMA DENUNCIA DAL SUO ESILIO A DHARAMSALA

 

 

PROTESTA CON NOI E COPIALO SUL TUO BLOG-iniziativa di http://antoniodaiello.myblog.it

d8b16ebdaca3f01134b609ef681be6a5.jpg
33684ee86e876cc9b591a69be2456346.jpg     MI SEMBRA IL MINIMO…
 
 
 

 

 
 
 

13fa7374ffde1994ddb77cc992b4cf1b.jpgcdd8a9c4778dd57528fca95681ef9704.jpgSe sei d’accordo con quello che scrivo e lo trovi giusto ed intelligente,copialo sul tuo blog e/o invialo a 2 tuoi amici,molte persone te ne saranno grate.questa iniziativa parte da http://lauratani.myblog.it  e spero abbia successo.grazie anticipatamente a tutti                             non parcheggiate davanti agli scivoli per disabili,uno scalino per loro è un ostacolo insormontabile!!!

CATPEOPLE Il bacio della pantera

 
 
 
Il bacio della pantera è un film del 1982, scritto e diretto da Paul Schrader
 
 
 
http://bloom13.myblog.it/media/02/01/f00ab90cbe39a9eca88c0561dfdaa8e2.mp3c8b21f6a550c63e1793b431a86f64b4d.jpg 
 
 

 

La colonna sonora fu composta da Giorgio Moroder che scrisse anche la musica della canzone originale, Putting out the Fire, interpretata da David Bowie

    
4034ab22b8834fd33320a5b3f8b10d45.jpg
 

Remake del film (1942) di J. Tourneur con l’aggiunta di implicazioni incestuose. Sceneggiatore di talento, Schrader si è affidato per la 1ª volta a una sceneggiatura altrui che più squinternata di così non poteva essere, soprattutto nella 2ª parte. La costernante linea narrativa è riscattata in parte da sequenze di indubbio fascino visivo e dalla coppia felina Kinski-McDowell.

 

                                                                        

 
Nastassja Kinski in Cat People
 
 
f997c023cdb6b874f381a2a89cbbcdb1.jpg2cd8b43946a6a6eac67e14208fba0e5d.jpg                                                                               

 
vs
 
 
981e20763686349a7d949fd5773c04a0.jpg          
Simone Simon in  IL BACIO DELLA PANTERA
 

                                     

d5b5a53be8dd9d2d81aacbdad846b2cd.jpg86182c7b8feaff89b63856c2e4f07742.jpg


             
   

 

Cat People esce nel 1942, prodotto con due soldi dalla RKO. È uno dei Bmovie più importanti della storia del cinema e, già che ci siamo, uno degli horror più belli di tutti i tempi.

Oliver, un anonimo impiegato di New York, incontra Irina allo zoo, davanti alla gabbia della pantera. Bellissima e misteriosa, con un profumo inconfondibile e una luce magica negli occhi:
63b6c260a7062d54c958c5bed80c2d25.jpg

 
la sposa. Irina lo ama, ma non vuole baciarlo: del villaggio serbo in cui è nata, ancora serpeggia il sangue di una razza maledetta, i Cat People. La donna sa che se mai un uomo proverà a baciarla, lei si trasformerà in una pantera e lo ucciderà.
Ma quando Oliver la abbandona per un’altra, la sua natura felina prende il sopravvento
 

Primo di una serie di film commissionati per risollevare economicamente la RKO e prodotti da VALLEWTON

Il film si rivelò a distanza di tempo un horror da cineteca, tutto giocato sui turbamenti del non-detto.

Indimenticabili le scene dell’inseguimento notturno e della minaccia in piscina, riprese poi da vari registi tra i quali DARIO ARGENTO nel film SUSPIRIA

 

 64cb0adf987ddae79176387596ec7343.jpg

            …aggiungo che il

finale è romantico e struggente, da vedere.

Non amo  i remake , ma in questo caso, anche se datati,sono entrambi bellissimi.   anzi.preferisco addirittura quello più recente più intrigante e articolato ,mi piace da morire la colonna sonora cantata da bowie.

 
 

      

 

 
 

VIAGGIO OLFATTIVO

http://bloom13.myblog.it/media/01/01/ea7bfc00976595e72059fe1f3afc257f.mp3
massive attack feat  portishead & tricky

 

 AMO I PROFUMI

Ho un amore smodato per i profumi,a volte maniacale .

Quelli per la casa, per il corpo,amo i profumi leggeri,freschi quelli che mi danno energia che mi fanno sognare e ricordare.

   adoro il fico di DIPTYQUE

 

       
semplice,pulito,chiaro 

 

Philosykos.

Ecco la sua piramide:

Testa :     Foglie di fico

Cuore :    Legno di fico

 Fondo :    Cedro bianco

Il fico di Diptyque, è la foglia più che il frutto, è il frutto senza il dolce dentro, la parte rossa, è rimasta solo la buccia.

image
90280426c112ed73576174941f884105.jpgd243f28302db30eaafc4d81a99af7ea5.jpg2cbaf06b6f788de63b02b38264f92bed.jpg

(sentite il profumo dei panni stesi al sole )

            

Il colore è verde e questo albero è di una vecchia casa in periferia, una casa quasi dimenticata, classica sensazione di altri tempi.tipica dei diptyque,di una casa shabby chic.

Prima o poi bisogna avventurarsi nelle profumerie cosiddette “di nicchia”, quelle che ospitano i profumi più esclusivi e sublimi, dove vi accolgono come in un salotto e vi spiegano per filo e per segno tutte le segrete essenze,ogni tanto ti fanno annusare un piattino di chicchi di caffè per ”pulire ”il naso e continuare il percorso olfattivo. 

E’ un’esperienza che merita, se amate i profumi. 

Nelle mie ricerche scelgo profumi dai colori chiari,dalle boccette poco cariche ,dalle forme squadrate ,eessenziali.

Il profumo è importantissimo è la prima cosa che ”vedo” quando incontro qualcuno per la prima volta ,di solito la scelta del  profumo rispecchia sempre la personalità,non si può sbagliare. 

 

a466749100beff0cd0c42cefb0c7bff3.jpg

 

   
Czech & Speake
 
 
 
PER LA CASA

 

Chez Moi si chiama l’ultima creazione di L’Artisan Parfumeur, e stavolta non si tratta di un profumo.

Descritto da L’Artisan, che vi ha dedicato 2 anni di studi, come “una seduttiva alleanza tra tecnologia, design e poesia”, Chez Moi è un diffusore di essenze per la casa che le amanti dei profumi di nicchia adoreranno. 

Costa “un tantinello”, intorno ai 250 dollari, ma ha disponibili le cinque fragranze più celebri di L’Artisan: Mûre Sauvage, Intérieur Figuier, Mimosa Marin e L’Ambre.

 

 

 

 

80ff7c312aa9816b47cb8d68d957748a.gif

 

 

75108718731e1a048a1805ae6cc4cb14.jpg

 

Le candele profumate non sono tutte uguali. Quelle Diptyque nascono nel 1963 dalla creatività di Desmond Knox- Leet, Christiane Gautrot e Yves Coueslant. Oggi come allora sono prodotte con lo stesso rigore e la stessa cura nella scelta delle essenze, semplici ma talvolta ricercate: timo, cedro tiglio rimandano a sensazioni olfattive- emozionali e richiamano alla mente profumi esotici, ma al contempo familiari.

 

profumo d ambiente  dama bianca di laura tonatto 

 
 

parfum-d-intérieur
 
 
 
 
 
Bar à Parfum
f56b85495d1660d62677f7b7dbbfcc94.jpg

Location di culto a Roma per i veri modaioli, il Bar à Parfum è un bar molto particolare in cui, invece di fermarsi a prendere un cappuccino, ci si ferma ad “assaggiare” un profumo. Sì, perché in questo luogo il profumo, raro e prezioso, si assaggia come fosse un vino pregiato. I coniugi Gaidano hanno aperto nel centro di Roma un olfattorio in cui hanno raccolto una grande varietà di profumi femminili e maschili, ma anche per la casa, in modo che ognuno di noi possa trovare la fragranza che meglio si accosta al proprio MOOD Il Bar à Parfum è un posto da intenditori, che qui possono trovare marchi di nicchia e di alto livello come L’Artisan Parfumeur, Diptyque, Les Parfums de Rosine, Coudray, Dètaillè, Piver, Compagnie de Provence.

 
566b6da3dacb5069fc4e334e641351e1.jpg

Per il bucato 

 
 
questo è un piccolo elenco di siti per conoscere i migliori profumi

a milano   http://www.10corsocomo.com

a parigi colette

 

 

 
 

Takashimaya New York

                                                                      

 

 

 

 

 

Bar à Parfum
f56b85495d1660d62677f7b7dbbfcc94.jpg

Location di culto a Roma per i veri modaioli, il Bar à Parfum è un bar molto particolare in cui, invece di fermarsi a prendere un cappuccino, ci si ferma ad “assaggiare” un profumo. Sì, perché in questo luogo il profumo, raro e prezioso, si assaggia come fosse un vino pregiato. I coniugi Gaidano hanno aperto nel centro di Roma un olfattorio in cui hanno raccolto una grande varietà di profumi femminili e maschili, ma anche per la casa, in modo che ognuno di noi possa trovare la fragranza che meglio si accosta al proprio MOOD Il Bar à Parfum è un posto da intenditori, che qui possono trovare marchi di nicchia e di alto livello come L’Artisan Parfumeur, Diptyque, Les Parfums de Rosine, Coudray, Dètaillè, Piver, Compagnie de Provence. Oltre ai profumi un altro elemento di prestigio sono le ciprie e le linee complete di make up di LeClerc, nome illustre della cosmesi francese.

 

 

 
 
 

Qui stiamo sempre a spruzzarci profumi, cerchiamo nuovi luoghi di utilizzo come capelli e mani, e ci sembra che non basti mai.

Pensavamo di essere fissate, invece qualcuno ha scoperto che potremmo essere… depresse! uno studio dell’Università di Tel Aviv pare infatti dimostrare che spruzzarsi generose dosi di profumo può essere sì una preferenza personale, ma anche sintomo di depressione. Uno stato mentale depresso, infatti, influisce anche sul nervo olfattorio e causa una perdita nella capacità olfattiva. Tale perdita è compensata allora esagerando con le dosi di profumo.

I medici hanno anche scoperto, però, che l’aromaterapia può aiutare: deteminate essenze, infatti, paiono  avere effetti positivi proprio sulla depressione.

Gli scienziati non specificano però quali. Peccato: volevamo correre a spruzzarcene da capo a piedi!

 

40a70940e4125f24f3781b4044bbe307.jpg

mah……

 

 

 
 
 
 

 

 Alan Rickman in “Profumo” di Tom Tykwer

il libro è stato emozionante e profumato il  film insipido

a volte noioso da non vedere
 

 

L’ARDUA SCELTA DI LORENZO

                                                             http://bloom13.myblog.it/media/02/02/fabb5afd8a6671e0377e84ef1ba7a2c8.mp3     
 
 
 
2dd36e300707625461940c64c295a267.jpg

 
 
  
03d6fa264ebfdf775e92a3d4697b6052.jpg

 
 
     
  OPPURE   L ‘ULTIMISSIMA     GALLIERA?

 

 

 
470a681bda5465da694f1e1779d9be2d.jpg    
                         


 

   fcfe04bbe3c018b3056629ea9cff51dd.jpg   

 

 

VEDI UN Pò TE …LORENZO !
 
 
 

blog.coolz0r.com/2006/12/

www.verycool.it/…/ 

 

 
 
 

 

 

 

 Photographers: Mert Alas, Marcus Piggott / Stylist: Katie Grand / Hair: Oribe / Makeup: Charlotte Tilbury / Model: Scarlett Johansson

 

 La campagna richiama gli echi della galanteria di fine XVIII secolo con un evidente richiamo allo stile di vita contemporaneo e mostra Scarlett come giovane ed ingenua

  • Foto Sfilate
    Guarda le foto delle collezioni degli stilisti internazionali.
    www.Style.it

 

 

 

   sexi infermiere di vuittON

    fotovideosfilatemoda.seidimoda.repubblica.it/...

 
  
diciamo che la MAISON non si fa mancare niente
 
 
 
 
 

 

UNUSUAL COMBINATION
Keith Richards in Louis Vuitton Campaign
The elderly rocker Keith Richards is the new face of Louis Vuitton’s ad campaign for their luggage.
 

 

 

Keith Richards in Louis Vuitton Campaign 

The Louis Vuitton fashion company decided to strut its sloppy side. Annie Leibovitz photographed Keith Richards for the ‘Core Values’ campaign that is aimed at reminding customers of their recognisable luggage and act as a counter-balance to their fashion campaigns.

Potential message? If you are rich, but not fashionable and neat-looking, you are still eligible for spending thousands on Louis Vuitton luggage.

The ads will appear in fashion magazines and newspapers, since it seems that Richards equally attracts 20 year-olds and 65 year-olds, nymag.com reports.

PER MARGHERITA….

 
 

                                           http://bloom13.myblog.it/media/02/02/64995dc6dd78b2fccc37ec2a3ba0ccca.mp3

 
 
6c09a1ec75f75aed1e12e3e89a5b7f2b.jpg

 

 
 
 
 
 
 
 
bcb6950ca2aeff6741c6242056982e94.jpg
MARGHE , HAI RAGIONE,I QUADRI DI BELLANDI SONO MOLTO BELLI , ANCHE SE RICORDANO UN Pò QUELLI DI SCHIFANO.
PER OVVIE RAGIONI …A ME PIACCIONO MOLTO QUELLI CHE RAFFIGURANO GLI ABITI APPESI CHE HANNO UNA FRESCHEZZA E  UNA LEGGEREZZA PARTICOLARE
bf06c5df3a6fd203411c6917ca363374.jpg
 
 
 
 
 
 
UN BACIO A BEA C.